STA Medicina del Lavoro e Sicurezza

Via A. Einstein, 16. 20062 Cassano d’Adda (MI)

ORARI: 8:30/12:30 – 13:30/17:30

Scadenze adempimenti ambientali 2024

Scadenze in materia ambientale, fino ad aprile 2024

Fermo restando possibili deroghe o rinvii, riepiloghiamo le principali scadenze in materia di ambiente, previste per l’anno 2024.

Scadenza al 15 gennaio 2024
La scadenza per gli scarichi idrici industriali in fognatura – Ente Gestore COGEIDE – Provincia di Bergamo

Scadenza al 20 gennaio 2024
Le aziende importatrici di merci imballate o imballaggi vuoti dovranno presentare la DICHIARAZIONE PERIODICA CONAI: Consorzio Nazionale Imballaggi.

Scadenza al 31 gennaio 2024
La scadenza per gli scarichi idrici industriali in fognatura, il termine per l’invio della denuncia è generalmente previsto per il 31 gennaio. Scadenze dei principali Gestori in Regione Lombardia:

Scadenze al 28 febbraio 2024

  • Relazione annuale ADR
    Relazione annuale ADR – Consulente merci pericolose ADR/RID
  • Relazione annuale AMIANTO
    Secondo le indicazioni di ogni Regione, le imprese che utilizzano amianto nei processi produttivi o svolgono attività di smaltimento o di bonifica, devono inviare ogni anno entro il 28 febbraio la relazione sull’attività svolta nell’anno solare precedente. L’obbligo è per le sole imprese che svolgono direttamente con le loro maestranze e attrezzature attività di bonifica di manufatti e strutture contenenti amianto

Scadenze al 31 marzo 2024

  • Bilancio di massa
    Presentazione all’ARPA competente del bilancio di massa delle emissioni in atmosfera del 2023 relativamente all’impiego di COV quali prodotti verniciati, catalizzatori, diluenti e solventi organici
     
  • A.U.A. PO.INT. (Portale Integrato per i dati di autocontrollo aziende non A.I.A.)
    Comunicazione dei dati relativi agli autocontrolli effettuati nell’anno 2023 tramite portale A.U.A. PO.INT entro il 31 marzo 2024
     
  • Scarichi idrici: denuncia delle acque al Comune/Ente Gestore
    Scade il termine previsto per denunciare al Comune/Ente Gestore la quantità e la qualità delle acque utilizzate nel ciclo produttivo e scaricate nella pubblica fognatura per: 
    Ente Gestore Brianzacque S.r.l. – Provincia di Monza e Brianza
     
  • Registro pile e accumulatori
    I produttori iscritti al Registro Nazionale Pile e Accumulatori devono presentare la Comunicazione annuale sulle quantità di pile e accumulatori immesse sul mercato nel corso del 2023
     
  • Denuncia annuale dei quantitativi d’acqua pubblica derivata
    Tutti coloro che derivano acque pubbliche (da pozzo, da sorgente o da corso d’acqua superficiale) sono tenuti a presentare la Denuncia Annuale delle Acque Derivate nell’anno precedente agli uffici delle Province in cui ricadono le opere di presa.

Scadenze al 30 aprile 2024

  • IPPC-IPTR
    I gestori di ciascun complesso che intraprende una o più attività previste nell’allegato I a regolamento UE devono comunicare, riferito all’anno precedente, i dati quantitativi di emissioni nell’aria, nell’acqua, e nel suolo di ciascuna sostanza inquinante, dei trasferimenti fuori sito di rifiuti pericolosi, e dei trasferimenti fuori sito, in acque reflue destinate al trattamento, di qualsiasi sostanza inquinante indicata nell’allegato II – Riferimenti Normativi: Regolamento UE 166/2006
  • Piano gestione solventi (PGS)
    Da aggiornare almeno una volta l’anno entro il 30 aprile 2024
  • O.R.S.O. 
    I soggetti obbligati alla compilazione sono i Comuni e gli impianti di recupero e smaltimento rifiuti
  • AIDA
    Tutti gli stabilimenti soggetti ad AIA sono obbligati a trasmettere i dati relativi agli autocontrolli previsti nelle autorizzazioni integrate ambientaliMUD
  • E’ necessario comunicare alla Camera di Commercio territorialmente competente i dati relativi ai rifiuti prodotti e gestiti nel corso del 2023, tramite la presentazione del MUD secondo il modello vigente

Fonte: Testo Unico Ambientale e adempimenti ambientali

Newsletter STA

Iscriviti alla nostra newsletter!
Cogli l'opportunità di essere sempre informato sulle novità normative e adempimenti in materia di salute, sicurezza e ambiente.